Orto sul balcone. La seconda tappa

E’ con immenso piacere che informiamo della possibilità di aderire al secondo incontro del corso “Orto sul balcone”, organizzato dal Movimento per la decrescita felice, circolo di Sorrento.

Il secondo incontro si terrà domenica 18 gennaio 2015 presso località Montecorbo, a Massa Lubrense, in via del generale, dalle ore 10.30 fino alle ore 13

Il corso è gratuito e sarà tenuto dal dott. Gennaro Verolino, esperto del settore.  Al termine della mattinata sarà possibile vivere un breve momento di convivialità. 

Per coloro che partecipassero la prima volta a tali momenti, ci teniamo a chiarire che nello specifico, questi avverrà in piena natura, dove sarà possibile sedersi e consumare un semplice pasto o colazione a sacco. Niente ristoranti o cose similari. Questo per essere chiari ed evitare fraintendimenti.

Per aderire a questo secondo momento chiediamo solo due cose:

1) di comunicarcelo in tempo, al nostro inidirizzo email: info@mdfsorrento.it oppure sulla nostra pagina Fb

2) di portare qualcosa di pronto da mangiare da casa. E’ nostra abitudine infatti consumare cibi sani e con basso impatto ambientale. E quali migliori cibi se non quelli preparati sapientemente nelle nostre case per consumo personale?

Gli incontri della decrescita felice sono anche e soprattutto un momento per stare insieme in modo diverso, conviviale, fuori dallo stress quotidiano e con ritmi più umani per favorire lo scambio e l’arricchimento umano, al di fuori delle logiche che quotidianamente ci assediano.

L’organizzazione si riserva la possibilità di annullare o modificare l’evento in caso di condizioni atmosferiche non favorevoli. E tutti coloro che avranno dato l’adesione saranno avvisati per tempo tramite questo sito, posta elettronica e pagina Fb.

2 pensieri su “Orto sul balcone. La seconda tappa

  1. antonello peron

    ciao Alessandro, come stai prima di tutto? Buon anno, tienuni presente per domenica, magari ci sentiamo in settimana per i dettagli ma, se ci riesco organizzo un gruppo. A presto, Antonello

    Replica

Rispondi